lunedì 26 aprile 2010

Marco Da Pozzo

Era stato incaricato dalla Parrocchia di Cortina di eseguire alcune piccole riparazioni e sostituire alcune lampadine sul campanile. È salito perfettamente attrezzato, e qualcosa non deve essere andato per il verso giusto: Marco Da Pozzo, Scoiattolo e guida alpina di 43 anni, è scivolato rimanendo sospeso a mezz'aria, ma il suo corpo si è schiantato contro il campanile. L'urto è stato forte: Da Pozzo purtroppo non ce l'ha fatta.
La disgrazia è avvenuta stamattina sul campanile della Chiesa di San Filippo e Giacomo, nel centro di Cortina. Da Pozzo è rimasto sospeso a circa 70 metri dal suolo, e per calarlo è subito intervenuto l'elicottero del SUEM, ma non c'è stato niente da fare: la guida è deceduta per i traumi riportati nella caduta.
Valente alpinista e istruttore delle guide, salitore del K2 nel 2004, Da Pozzo era imbragato e assicurato, e la caduta è avvenuta per cause in corso di accertamento. Il forte urto contro la parete del campanile ha provocato il decesso per lesioni al torace e al volto. Sul posto Carabinieri, Polizia, Vigili del Fuoco e tanti ampezzani, increduli di fronte ad una disgrazia così repentina, accaduta in una bella mattina di primavera.

2 commenti:

Luca l'Alpinauta ha detto...

che destino: tornare vincitore dal K2 e morire sul campanile di casa. Mandi da Pozzo.

Herman ha detto...

Ti ho sempre ammirato come uomo e come collega. Eri e rimarrai sempre un Grande, ciao